Proposte di legge

L419 PROROGA PIANO CASA

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

71 - 2012 - 22 - 419

LEGGE REGIONALE 21 NOVEMBRE 2012

Proroga dei termini per la presentazione delle istanze per la realizzazione degli interventi di cui alla legge regionale n. 4 del 2009, e successive modifiche ed integrazioni

Art. 1 Proroga di termini

1.Al comma 2 dell'articolo 8 della legge regionale 21 novembre 2011, n. 21 (Modifiche ed integrazioni alla legge regionale n. 4 del 2009, alla legge regionale n. 19 del 2011, alla legge regionale n. 28 del 1998 e alla legge regionale n. 22 del 1984 ed altre norme di carattere urbanistico), sono apportate le seguenti modifiche: a) le parole "dodici mesi" sono sostituite dalle parole "ventiquattro mesi"; b) le parole "trentasei mesi" sono sostituite dalle parole "quarantotto mesi".

Art. 2 Entrata in vigore

1. La presente legge entra in vigore il giorno della sua pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione autonoma della Sardegna (BURAS).

 

 

SEDUTA CONSIGLIO COMUNALE DI SELARGIUS INTERVENTO DEL CONSIGLIERE CONTU MARIANO IGNAZIO :

"Signor Presidente, signor Sindaco, signori della Giunta, colleghi Consiglieri, due minuti per fare due osservazioni su una legislatura, un mandato amministrativo che va a compimento, ma che va a compimento così,nella maniera forse insperata rispetto alle ultime esperienze vissute dall'Amministrazione comunale, almeno negli ultimi dieci anni.

Un'amministrazione che non si è certo caratterizzata per litigiosità, ma anzi si è caratterizzata soprattutto per la capacità di fare sintesi, di fare proposte, di approvare i programmi, di portare a compimento quanto nel programma era stato enunciato nel momento dell'insediamento di questa amministrazione.

Io sono convinto del fatto che gli apporti di maggioranza, di opposizione, ci siano stati soprattutto in tutti quei momenti dove si sono fatte le scelte per l'Amministrazione. Credo che il contributo di tutte le componenti della maggioranza sia stato pienamente condiviso, tanto è vero che si è arrivati alla chiusura dell'Amministrazione portando a termine, anche nella serata di oggi, quello che era un impegno, di non lasciare strascichi o quanto meno di non lasciare problemi irrisolti per la prossima Amministrazione.

È chiaro che noi fiduciosi del lavoro fatto ci attendiamo che la popolazione, i nostri cittadini, l'elettorato si esprima a favore di una coalizione che ha da portare a termine un programma già impostato, non solo per il triennio come nel deliberato sulla programmazione economica, ma anche sul deliberato sulle opere pubbliche, sul piano opere pubbliche, ma anche nel deliberato sui servizi sociali e così via dicendo per tutto quello che è stato già programmato nel breve, medio e lungo periodo.

Sono convinto che la città di Selargius abbia bisogno ancora di un quadro politico di certezze, ma soprattutto di persone che siano in grado di dare un apporto solido, un apporto netto, un apporto certo perché i problemi atavici che abbiamo dovuto affrontare in questa legislatura, sono problemi che non potevamo ancora rinviare al domani.

Il Piano Urbanistico à il primo di questi temi, i Piani di Risanamento, dal punto di vista urbanistico sono stati una palla al piede per tutta l'Amministrazione, ma per tutta la città di Selargius e ne paghiamo gli strascichi anche per il proseguo; la mancata programmazione dei settori economici, le mancate realizzazione di opere pubbliche, abbiamo portato a compimento, opere pubbliche iniziare 20 anni fa, ne abbiamo iniziato delle altre, vorremmo portare a compimento anche quelle.

Allora nell'auspicio che davvero quest'Amministrazione possa portare a compimento quanto tracciato, io faccio i migliori auguri a tutti, perché la campagna elettorale si concluda nel rispetto dei luoghi, nel rispetto delle appartenenze, nel rispetto soprattutto di quello che poi i cittadini devono condividere e soprattutto ci auguriamo, per chi è candidato di poter tornare tra questi banchi a continuare il nostro impegno per la città di Selargius, per chi invece non è candidato o quanto meno ha creduto in questo momento di prendersi una pausa, sia una pausa di riflessione.

Allora gli auguri anche per loro perché possano continuare a contribuire alla vita sociale e politica della nostra città con lo stesso interesse mostrato nell'ambito dei lavori dell'aula del Consiglio e non solo, a favore della città di Selargius.

Quindi credo che un ringraziamento vada anche a loro tutti.

Chi si ritroverà in quest'aula si assumerà la responsabilità di portare avanti un mandato che sia ancora più importante e favorevole per la nostra città."

 

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA XIV LEGISLATURA

Proposta di legge n. 373

Presentata dai consiglieri regionali CONTU MARIANO IGNAZIO , DIANA MARIO, IL 28 MARZO 2012

RELAZIONE DEL PROPONENTE

La legge regionale 15 marzo 2012, n. 6 dispone al comma 16 dell’articolo 1 che nelle direttive per il rispetto del patto di stabilità interno per l’anno 2012 sono considerati prioritari i pagamenti riportati alla allegata tabella E, nonché quelli relativi al fondo di cui all’articolo 10 della legge regionale 29 maggio 2007, n. 2 (legge finanziaria 2007), e successive modifiche e integrazioni, riguardanti l’emergenza sociale, il contrasto alla povertà, l’istruzione, la ricerca e l’occupazione.

La Voce “Pubblica istruzione” della citata Tabella E, tuttavia, non riporta tra le priorità i pagamenti relativi ai contributi alle associazioni sportive per la partecipazione ai campionati federali nazionali delle squadre dilettantistiche nonché di quelle SRL.

Tale omissione rischia di compromettere l’annata sportiva 2011 -2012 ai cui campionati è riferita la liquidazione delle anticipazioni sui contributi concessi ai sensi degli artt. 27 e 31 della L.R. 17/99 per i quali, peraltro, le predette società hanno già presentato le garanzie fideiussorie.

Al fine di superare siffatta mancanza la quale si tradurrebbe per le società nella impossibilità di sostenere le spese per portare a termine i campionati di pertinenza, la presente proposta di legge dispone l’inserimento delle descritte voci di spesa tra le priorità di pagamento cui è tenuto per l’anno 2012 l’Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport.

ART. 1

Nella voce “Pubblica istruzione” allegata alla tabella E della legge regionale 15 marzo 2012, n. 6 (L.F. 2012) sono aggiunte, in fine, le seguenti parole:

“SC05.0851 Contributi alle associazioni sportive per la partecipazione ai campionati federali nazionali a squadre (artt. 27 e 31, L.R. 17 maggio 1999, n. 17, art. 80, comma 1, lett. h), L.R. 12 giugno 2006, n. 9, art. 29, comma 3, L.R. 29 maggio 2007, n. 2 e art. 5, comma 22, L.R. 19 gennaio 2011, n. 1

– SC05.0867 Contributi a società sportive per la partecipazione a campionati federali nazionali a squadre (artt. 27 e 31, L.R. 17 maggio 1999, n. 17, art. 80, comma 1, lett. h), L.R. 12 giugno 2006, n. 9 e art. 29, comma 3, L.R. 29 maggio 2007, n. 2)”. ART. 2 La presente legge entra in vigore il giorno della sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione autonoma della Sardegna (BURAS).

Sei qui: Home Proposte di legge